Welcome to our website !

Diario di un'exchange student

"ciò che si perde sarà sempre molto meno di ciò che si avrà guadagnato"

26 • La mietitura

By 20:38

Chi ha visto Hunger Games saprà per certo a cosa mi riferisco; chi non l'ha visto stia tranquillo: non sto facendo diventare il mio blog un manuale di agricoltura!

Il giorno della mietitura è il giorno della scelta, il giorno in cui si decidono i tributi da mandare a combattere; prima di ricevere la famiglia ho pensato molte volte al modo in cui, ma soprattutto perché mi avrebbero scelto e mandato a "combattere" chissà dove. 
Avrebbero davvero letto la mia lettera, quella che avevo modificato e modificato a lungo, quasi fossi un poeta neoterico? Avrebbero davvero visto SOLO la "foto sorridente" che mi era stata chiesta di inserire nell'application online o avrebbero potuto vedere anche le altre? Avrebbero scelto rispettando gli interessi in comune e seguendo le mie poche richieste o non gliene sarebbe fregato nulla? 
Se ve lo state chiedendo anche a voi, eccomi pronta a spiegarvi tutto riguardo alla mietitura degli Exchange Students.

Manuale della mietitura

Prima di tutto la famiglia ospitante, prima ancora di essere una famiglia ospitante, deciderà di ospitare un ragazzo per uno strano anno della sua sua vita. Il motivo di ciò è in genere alquanto sconosciuto, ma ci sono alcune teorie plausibili:
1) Le famiglie con figli piccoli e senza la possibilità di viaggiare ospiteranno per far conoscere loro una nuova cultura.
2) Le famiglie con figli cresciuti e andati ormai via di casa ospiteranno per averne degli altri tra i piedi
3) Le famiglie con un adolescente ospiteranno su richiesta del figlio di avere un fratello o una sorella coetaneo/a.
4) Tutte le altre famiglie non sono identificate, vi preghiamo dunque di stare attenti.

Dopo ciò la famiglia-non-ancora-ospitante ma che avrà deciso di ospitare contatterà un'associazione da lei scelta sempre secondo criteri sconosciuti, ma che anche in questo caso sono abbastanza comprensibili:
1) La famiglia ha amici che hanno ospitato e si rivolgerà alla stessa associazione.
2) La famiglia ha amici che lavorano per una qualche associazione. 
3) La famiglia cercherà su internet informazioni sulle associazioni esistenti e sceglierà quella con migliori recensioni.
4) Tutte le altre famiglie non sono identificate, vi preghiamo dunque di stare attenti.

Contattata un'associazione, la famiglia-non-ancora-ospitante ma che avrà deciso di ospitare sarà sottoposta ad alcuni test per capire se ha realmente intenzione di ospitare e se è idonea a ciò.
A partire da qui le famiglie appartenenti ai precedenti punti 4 verranno eliminate dal "gioco" della mietitura.

Le famiglie-superstiti-non-ancora-ospitanti entreranno in contatto con uno dei local coordinator dell'associazione prescelta e si accorderanno per un appuntamento il giorno e all'ora che preferiscono; anche di questo non è assolutamente conosciuto il motivo, ma si può dedurre che varia a seconda che: 
1) La famiglia abbia troppo da fare un determinato giorno.
2) La famiglia lavori troppo durante la settimana.
3) La famiglia non abbia una casa.
4) Tutte le altre famiglie non sono identificate, vi preghiamo dunque di stare attenti.

Arrivato finalmente il giorno dell'appuntamento stabilito in precedenza, il local coordinator mostrerà alla famiglia i profili dei ragazzi "selezionabili" proprio come i ragazzi li vedono nell'Application Online, starà poi alla famiglia-sul-punto-di-ospitare decidere di chi leggere tutta la lettera o di chi saltare completamente il profilo. Questo processo varia a seconda della famiglia, c'è chi preferisce alcuni ragazzi e chi altri a seconda che:
1) La famiglia voglia solo femmine o solo maschi. 
2) La famiglia trovi più interessante un ragazzo di un altro.
3) Alla famiglia piacciono i ragazzi biondi o castani.
4) Tutte le altre famiglie non sono identificate, vi preghiamo dunque di stare attenti. 

Una volta individuati i ragazzi più "idonei" per la famiglia-sul-punto-di-ospitare, questa studierà a fondo i loro profili e, confrontandoli, sceglierà quello che più preferiscono. 
Una volta scelto il tributo ragazzo, la famiglia adesso ospitante firmerà tutte le carte necessarie a ciò e potrà finalmente vedere il suo profilo completo, ovvero tutte le foto e le informazioni personali.
Nel frattempo il local coordinator annuncerà all'associazione che un altro tributo ragazzo è stato assegnato ad una determinata area di battaglia zona del Paese ospitante. L'associazione provvederà ad informare il ragazzo, che, stranamente, nel 99% dei casi sarà felice di essere stato scelto durante la mietitura.

La famiglia ospitante potrà ora contattare il ragazzo prescelto.
La procedura della mietitura si ripeterà fino a quando non saranno esauriti tutti i tributi ragazzi.

_________________________________________________________________________________

Eccomi qui, dopo un sacco di tempo che non scrivo: non è che non sappia cosa scrivere, è che non ho proprio tempo, la scuola mi sta soffocando!
Da sabato a martedì invece sono stata in Polonia, a Cracovia, e ho visitato anche i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. Sto facendo un video al riguardo, perciò non vi dico ancora niente: farò qualcosa di simile a quando sono stata in Svezia!
Questo è quanto, scriverò il prima possibile, scuola permettendo...perchè in America lo Spring Break sì e qui no???





You Might Also Like

2 commenti

  1. Anche io Ginevra sono stata in Polonia a fare il viaggio della memoria. Sono tornata giusto ieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noo ahah che coincidenza! Ti è piaciuto?

      Elimina